L
a caduta dei capelli è dovuta tanto a fattori genetici quanto a fattori ambientali ed è un problema che interessa gli uomini ma anche le donne, con gravi ripercussioni psicologiche. I capelli sani e forti rappresentano uno degli elementi più importanti della bellezza sia maschile che femminile ed è per questa ragione che un numero sempre maggiore di persone colpite dalla caduta dei capelli ricorrono all’aiuto di specialisti. Il ciclo vitale del capello si compone ditre fasi:


  • anagen (fase di crescita)
  • catagen (fase di transizione, nella quale il capello cessa di crescere e si allontana dalla sua radice)
  • telogen (fase di riposo che culmina con la caduta del capello)


    Siamo in presenza di caduta dei capelli quando si riduce la durata della fase anagen e i capelli passano velocemente alla fase telogen (caduta dei capelli telogen o telogen effluvium). In questo caso, la caduta dei capelli è diffusa, ossia non è localizzata in una determinata zona ma riguarda tutto il cuoio capelluto e causa diradamento e assottigliamento dei capelli. Tale forma di caduta dei capelli si verifica dopo il parto, in seguito ad infezioni croniche ed alla somministrazione di determinati farmaci.

Caduta dei capelli – Cause

    La causa più frequente della caduta dei capelli nei maschi è l’ereditarietà, che in combinazione con l’azione dei derivati dell’ormone maschile per eccellenza, il testosterone, e con l’età, causano la cosiddetta alopecia androgenetica. I geni responsabili dell’Alopecia androgenetica possono essere trasmessi da entrambi i genitori. Le donne presentano la stessa predisposizione genetica degli uomini all’alopecia androgenetica, tuttavia, nelle donne in età fertile, a causa dell’azione degli ormoni femminili, gli estrogeni, la manifestazione clinica dell’alopecia androgenetica con intensa caduta dei capelli e visibile diradamento degli stessi non diviene particolarmente evidente fino all’età della menopausa. Solo in una piccola percentuale di donne, il 10-15% circa, vi è manifestazione clinica di una visibile caduta dei capelli.

    Negli uomini, la caduta dei capelli di questo tipo inizia principalmente dalla fronte e dalle tempie, nonché dalla cima della testa, mentre è assente nella zona occipitale (parte posteriore della testa). La regione della zona occipitale e dei lati della testa resta immutata nel corso della vita e non presenta significativa caduta dei capelli, ancorché in età avanzata, poiché non è soggetta all’azione degli ormoni maschili. Questa regione è detta zona di crescita stabile dei capelli e viene utilizzata come principale zona donatrice di follicoli piliferi ai fini del trapianto di capelli.

    Nelle donne, l’alopecia androgenetica si presenta spesso nella forma di caduta dei capelli diffusa, mentre di rado siamo in presenza di perdita totale dei capelli in una zona. Il diradamento dei capelli nel caso di donne colpite da alopecia androgenetica diventa più pronunciato dopo la menopausa.

    Caduta dei capelli con perdita totale degli stessi in determinate zone si riscontra nell’alopecia areata, nonché in forme cicatriziali, come ferite o scottature del cuoio capelluto. Caduta dei capelli e formazione di placche cicatriziali si ha inoltre nei casi di lichen planopilare e di lupus eritematoso. La caratteristica di queste forme patologiche di caduta dei capelli è che esse possono colpire qualunque zona del cuoio capelluto, compresa la zona di crescita stabile, e che hanno un’evoluzione casuale ed imprevedibile. Possono essere localizzate, di estensione ridotta e relativamente stabili, tuttavia, anche se più di rado, possono assumere anche forma diffusa, come in alcuni casi di alopecia areata (Alopecia Areata), nei quali si può riscontrare perdita totale dei peli, non solo del cuoio capelluto, ma anche del volto, delle sopracciglia e di tutto il corpo. I casi di caduta dei capelli patologica sono molto più rari di quelli di alopecia androgenetica e rappresentano meno del 10% del totale delle alopecie.

    Altre forme di caduta dei capelli, sono dovute a malattie del cuoio capelluto quali ad es. micosi, follicoliti e altre infiammazioni. Diradamento dei capelli può essere inoltre provocato da disfunzione tiroidea (ipotiroidismo, ipertiroidismo) nonché da iperparatiroidismo e da altre malattie croniche. Caduta dei capelli si verifica inoltre in seguito a chemioterapia, radioterapia, trattamenti farmacologici, nonché in presenza di malattie croniche. In tutti questi casi, individuando ed eliminando le cause, la caduta dei capelli regredisce.

    In special modo nelle donne, significativi mutamenti ormonali, quali la gravidanza, la lattazione, i disturbi mestruali, la sindrome dell’ovaio policistico, la menopausa ecc., possono provocare una pronunciata caduta dei capelli, la quale nella maggior parte dei casi è reversibile. Una causa importante della caduta dei capelli, ai giorni nostri, è costituita anche dal moderno stile di vita stressante, come pure dall’eccessivo carico emotivo, dallo stress, dall’esposizione a un ambiente carico di polveri e inquinato, nonché dall’eccessiva esposizione ai raggi solari UV e dal contatto frequente con l’acqua marina o clorata. La cattiva alimentazione può accentuare la caduta dei capelli, poiché la mancanza di proteine, vitamine e sostanze minerali quali il ferro o lo zinco aggrava il problema. Un’alimentazione equilibrata che comprenda proteine e ferro può invertire la caduta dei capelli.L’alopecia da trazione (Traction Alopecia) si ha in seguito a eccessiva trazione dei capelli in vari stili di pettinatura e in acconciature pesanti (come ad es. code, extensions ecc.).

Caduta dei capelli localizzata, il più delle volte a carattere permanente, può verificarsi anche in caso di alopecia traumatica, come conseguenza di ferite o ustioni del cuoio capelluto, del volto o del corpo.

Caduta dei capelli – Diagnosi

    La diagnosi della caduta dei capelli deve essere effettuata sempre da un dermatologo specializzato. Un ruolo fondamentale nella diagnosi dell’alopecia androgenetica è ricoperto dall’anamnesi della sua comparsa dopo l’adolescenza, dal progressivo diradamento in determinate zone e dalla storia di famiglia della caduta dei capelli e dell’alopecia nei progenitori. La caduta dei capelli viene diagnosticata o confermata, alla Advanced Hair Clinics, grazie ad un fototricogramma effettuato con microcamere e software appositi.

    Lo strumento diagnostico specialistico per la ripresa fotografica e l’analisi digitale “Follysis”, utilizzato dalla nostra clinica, è una delle attrezzature più complete e costose per la diagnosi della caduta dei capelli nonché per l’osservazione della risposta al trattamento, poiché consente la misurazione precisa della foltezza dei capelli per singola zona nonché la misurazione del loro diametro. In casi specifici, come in quello dell’alopecia aerata o delle alopecie cicatriziali, possono essere necessari esami specifici del sangue (controllo ormonale, ferro, vitamine, minerali ecc.) o biopsia della pelle (punch biopsy) per la diagnosi differenziale della caduta dei capelli.

Caduta dei capelli – Terapia

    La Advanced Hair Clinics è una delle cliniche maggiormente specializzate nella diagnosi e nella terapia della caduta dei capelli. È rappresentata da una equipe sanitaria altamente specializzata, diretta dal Chirurgo Plastico Dottor Anastasios Vekris.  Anastasios Vekris è uno dei pionieri chirurghi specialisti del cuoio capelluto che hanno insegnato e sviluppato la tecnica FUE in Grecia e all’estero.

    La terapia della caduta dei capelli può avere carattere conservativo o chirurgico, o rappresentare una combinazione di entrambi. Viene condotta dall’equipe sanitaria della clinica ed è personalizzata e differente per ogni caso. Quando la caduta dei capelli è dovuta a fattori esterni reversibili, come ad es. anemia, disturbi ormonali ecc., è sufficiente la scomparsa di tali fattori per la soluzione del problema della caduta dei capelli, associata a un trattamento farmacologico conservativo quale il minoxidil o all’applicazione di moderne terapie, come l’applicazione dei fattori di crescita autologhi, nota anche come terapia PRP (Platelet Rich Plasma).

    Quando la caduta dei capelli è allo stadio iniziale e non ha ancora provocato un diradamento visibile, o quando il diradamento dei capelli è diffuso, la terapia ha carattere conservativo. Allorché tuttavia la caduta dei capelli conduce a un visibile diradamento, ad alopecia permanente o a calvizie, e qualora esista una zona donatrice sufficiente, la terapia definitiva della caduta dei capelli viene condotta con trapianto di capelli effettuato con la nuova tecnica Advanced FUE. A seconda dei casi, al trattamento chirurgico della caduta dei capelli tramite trapianto, può essere associato il trattamento conservativo volto alla preservazione dei capelli esistenti.