L
caduta dei capelli nelle donne costituisce un grave problema per le stesse, a qualunque età essa compaia. Si calcola che tutte le donne mostreranno un certo grado di caduta dei capelli femminile in uno stadio della loro vita.

Stato naturale dei capelli

Fase Anagen

Fase Telogen

Perdita naturale dei capelli al giorno



    Il ciclo vitale del capello si compone della fase anagen, della fase catagen e della fase telone. La caduta dei capelli femminile compare in presenza di rapida transizione dalla fase anagen alla fase catagen etelogen. Nel cuoio capelluto, l’85-90% dei capelli si trova in fase anagen, la quale dura parecchi anni, mentre la fase catagen e la fase telogen durano pochi mesi. In talune forme di caduta dei capelli femminile, la fase anagen dura solo pochi mesi.

    Una perdita quotidiana nell’ordine dei 100-150 capelli è fisiologica e non costituisce caduta dei capelli femminile. La perdita di questi capelli in fase catagen si verifica principalmente durante il lavaggio e la pettinatura e non testimonia necessariamente la presenza di caduta dei capelli femminile. Qualora, tuttavia, una donna perda oltre150 peli al giorno, significa che soffre di perdita dei capelli femminile e dovrebbe richiedere la diagnosi relativa alla forma di caduta dei capelli di cui soffre e alla terapia per essa indicata.

Caduta dei Capelli Femminile – Cause

woman-without-hair-loss L’età in cui è più frequente la caduta dei capelli nelle donne è la pubertà, oltre al periodo post parto e alla gravidanza. In tutti e tre questi casi, lo stress psicologico determinato dalla caduta dei capelli femminile è intenso, poiché da sempre i capelli rappresentano un importante elemento della femminilità e della bellezza. Le cause della caduta dei capelli femminile sono varie e possono essere naturali o patologiche. Caduta dei capelli di origine naturale è quella stagionale, soprattutto nei mesi autunnali, nei quali la perdita di capelli è accentuata.

    Esistono anche delle cause ormonali che sono responsabili della caduta dei capelli nelle donne (caduta dei capelli femminile), come la sindrome dell’ovaio policistico. Qui, la caduta dei capelli è accompagnata di solito da acne, obesità e disturbi del ciclo mestruale. Le malattie tiroidee e paratiroidee sono anch’esse delle cause comuni. La sindrome di Cushing o ipercortisolemia e l’assunzione prolungata e sistematica di corticosteroidi costituiscono anch’esse delle cause ormonali della caduta dei capelli femminile. Adenomi ipofisari come il prolattinoma inducono perdita di capelli femminile. Iperandrogenemia, quali tumori surrenali e ovarici, così come l’assunzione di contraccettivi per via orale, possono indurre perdita di capelli femminile. In tutti i casi summenzionati, la caduta dei capelli femminile è solitamente di forma diffusa, esiste cioè diradamento diffuso e assottigliamento dei capelli in modo generalizzato sul cuoio capelluto.

    Un’importante categoria di caduta dei capelli femminile è quella di tipo maschile o alopecia androgenetica. Tale forma è ereditaria e la sua eziologia è poligenica. I geni responsabili di questo tipo di caduta di capelli femminile, si ereditano con il carattere recessivo autosomico o legato all’X, al contrario dell’uomo. Per tale ragione, la caduta dei capelli femminile di questo tipo è più rara, in quanto per la sua comparsa occorre che ne siano colpiti entrambi i genitori. Il quadro clinico di questa forma di caduta dei capelli femminile è differente che negli uomini, in quanto essa è diffusa e ben difficilmente conduce alla calvizie. Esiste spesso una predisposizione, ma si manifesta alla menopausa. La scala Ludwig classifica il tipo maschile della caduta dei capelli femminile in tre stadi, a seconda della sua gravità. L’aspetto caratteristico è che nella caduta dei capelli femminile si conserva la linea della fronte (hairline) e il diradamento è localizzato soprattutto alla sommità del capo.

    Altre cause di caduta dei capelli femminile diffusa sono la cattiva alimentazione, povera di ferro, di proteine, di minerali, di vitamine e di microelementi. L’anemia da carenza di ferro è una causa molto comune della caduta dei capelli femminile e fa la sua comparsa nell’età fertile della donna, di solito in casi di minomitrorragia e durante la gravidanza.

    Lo stress rappresenta oggi una delle cause più comuni della perdita di capelli femminile. Tale diagnosi viene formulata solo dopo aver escluso altre possibili cause della caduta dei capelli.

    L’impiego eccessivo di prodotti chimici e distyling per i capelli, come pure l’eventuale trazione e pettinatura all’indietro, ad es. la coda, conduce sicuramente alla caduta dei capelli femminile (traction alopecia). Allo stesso modo, anche lo stiramento e la pettinatura frequenti dal parrucchiere inducono caduta dei capelli femminile da trazione.

    L’esposizione al solo senza protezione e senza far uso del cappello danneggia la cute del cuoio capelluto, la assottiglia e, attraverso l’immunosoppressione che essa provoca, i sacchi follicolari degenerano e si sviluppano tutte le forme di caduta dei capelli femminile.

    La caduta dei capelli femminile tricogen è dovuta a fattori che conducono rapidamente il capello in fase telogen. Si tratta di fattori endocrini, malattie metaboliche, cattiva alimentazione, parto, seri interventi chirurgici, malattie croniche, cancro, assunzione di determinati farmaci, metalli pesanti, fattori ambientali nocivi.

    Le cause più comuni della caduta dei capelli femminile a chiazze sono l’alopecia areata, le micosi, le ferite, i carcinomi della pelle, le follicoliti e le infiammazioni cutanee, il lichen planus e il lupus eritematoso cutaneo. In questi casi la caduta dei capelli femminile non è diffusa, bensì localizzata.

young-woman-with-alopecia-areata    L’alopecia areata costituisce una frequente causamautoimmune della caduta dei capelli sia maschile che femminile. Si suddivide in isolata, multipla, circoscritta, diffusa, ofiasi, totale e universale. Sono spesso compresenti altre malattie autoimmuni come le tiroiditi. La diagnosi di questa forma viene formulata in sede clinica o a seguito della biopsia. La caduta dei capelli nelle donne i presenza di alopecia areata, ha forti ripercussioni psicologiche, le quali aggravano a loro volta il problema. La terapia consiste in corticosteroidi locali, infiltrazioni di steroidi, minoxidil, inibitori della calcineurina, sostanze sensibilizzanti ad uso locale e PUVA. Infine, viene impiegata con grande successo la mesoterapia con PRP (Platelet Rich Plasma) nella terapia dell’alopecia areata. In alcuni casi clinici, è stata osservata una significativa ricrescita anche dopo sole 2-3 sedute a distanza di un mese l’una dall’altra.

    L’eziologia micotica della caduta dei capelli femminile è dovuta a dermatofiti e tricofiti, soprattutto l’Achor. La diagnosi segue la coltura, mentre la terapia è a base di antimicotici. La caduta dei capelli femminile dovuta a infezioni batteriche, compare nella forma di follicolite del cuoio capelluto. Dalla flyktainidi può fuoriuscire pus e l’aria è colpita da cicatrizzazione e perdita dei capelli. Non costituisce esclusivamente caduta dei capelli femminile, ma può manifestarsi anche negli uomini e nei bambini e la terapia è antibiotica.

    Il lichen planus rappresenta la forma più comune di caduta dei capelli cicatriziale nelle donne  Si tratta di una malattia autoimmune che colpisce la pelle, i peli e le mucose. L’alopecia cicatriziale da esso provocata appare nella forma di chiazze lucide e lisce, con ipercheratosi alle bocche del sacco follicolare. La caduta dei capelli femminile di questo tipo presenta un quadro clinico molto cattivo dal punto di vista estetico, esistono cicatrici, i capelli sembrano quelli delle bambole (doll hair) e non è reversibile. La terapia è a base di idrossiclorochina , minoxidil e corticosteroidi. In casi localizzati, relativamente stabili e di estensione limitata di lichen planus, l’alopecia è stata trattata con successo attraverso il trapianto di capelli con il metodo FUE.

    La caduta dei capelli femminile da lupus discoide è la seconda più comune alopecia cicatriziale di eziologia autoimmune è dovuta ad una malattia chiamata lupus eritematoso, che colpisce tra l’altro la pelle e la chioma. Chiazze eritematose, infiammatorie, che lasciano cicatrici atrofiche con perdita di capelli, sono la caratteristica di questa forma di caduta dei capelli femminile. La diagnosi viene formulata in seguito a biopsia e immunofluorescenza, mentre la terapia dell’alopecia femminile da lupus si basa sugli steroidi e gli immunosoppressori .

    La caduta dei capelli cicatriziale femminile, è provocata inoltre da traumi, ustioni, incidenti che comportano la distruzione della cute del cuoio capelluto, nonché da carcinomi come il carcinoma a cellule basali e squamose. La terapia, in questo caso, consiste nella rimozione della lesione o della cicatrice e nella copertura con lembi cutanei adiacenti, previa estensione dei tessuti (tissue expanders), oppure, quando ciò è possibile, con un trapianto di capelli.

La diagnosi della caduta dei capelli femminile ha inizio con la raccolta dell’anamnesi, l’effettuazione di esami del sangue e ormonali, il fototricogramma, fino alla biopsia della pelle, a seconda del tipo di caduta dei capelli femminile. Statisticamente, il 50% circa dei casi di caduta dei capelli nelle donne ha come sostrato l’alopecia androgenetica ereditaria, da parte di uno o di entrambi i genitori.

    La prognosi della caduta dei capelli femminile dipende dal tipo di questa. In genere, nella caduta dei capelli diffusa femminile in età riproduttiva, la prognosi è migliore che negli uomini, poiché gli ormoni femminili agiscono come protezione.

    Il metodo diagnostico più moderno della perdita dei capelli nelle donne, è oggi ALOPECIA DNA test. Prelevando una piccola quantità di sangue, il genetista può individuare da 60 a 70 geni diversi associati all’alopecia androgenetica e calcolare, con notevole precisione, le probabilità che il paziente sia colpito da alopecia androgenetica anche qualora, per motivi d’età, in donne giovani, il fenomeno non si sia ancora manifestato. Nella caduta dei capelli femminile dovuta a cause sottostanti, è sufficiente la rimozione delle cause per risolvere il problema, come l’assunzione di ferro, il miglioramento della dieta, l’evitare lo stress.

L’assunzione di Minoxidil

Trapianto di capelli FUE

Rasato FUE


    La più moderna terapia conservativa contro la caduta dei capelli, applicabile sia alle donne che agli uomini, è la  mesoterapia con PRP (Platelet Rich Plasma, ossia plasma ricco di piastrine), con la quale viene prelevata dal paziente una piccola quantità di sangue, che viene sottoposta a centrifugazione e successivamente, il plasma del sangue, ricco di piastrine, viene attivato con ioni calcio e iniettato nella zona del cuoio capelluto interessata dalla perdita dei capelli. L’attivazione provoca la stimolazione delle piastrine e la secrezione di fattori di crescita (growth factors), i quali, a loro volta, attivano la produzione di cellule, aumentando in tal modo l’ematosi nella zona e la crescita dei capelli. Le sedute PRP vengono reiterate a scadenza mensile e i primi risultati, consistenti nello stop alla perdita dei capelli, possono essere visibili già dopo la prima seduta.

    Oggi, il trapianto di capelli offre una soluzione a molti casi di caduta dei capelli femminile. Si applica all’alopecia androgenetica come pure ad altre forme di caduta dei capelli diffusa o cicatriziale nelle donne. La Advanced Hair Clinics è una clinica specializzata nel trattamento della caduta dei capelli negli uomini e nelle donne. Vi si applica il metodo di trapianto dei capelli FUE che non lascia cicatrici o punti di sutura, è indolore e ha un risultato assolutamente naturale. Nella caduta dei capelli femminile, viene spesso applicato il metodo unshaven FUE, con il quale non viene rasato affatto il cuoio capelluto, non vi è nulla che testimoni che la donna si è sottoposta a un trapianto di capelli ed ella può tornare senza esitazioni alle sue attività.

    Alla Advanced Hair Clinics ciascun caso di caduta dei capelli femminile  viene trattato in modo personalizzato a partire dalla diagnosi esatta per giungere alla terapia idonea, che è diversa per ciascun paziente. La nostra clinica è una delle più avanzate nel trattamento della caduta dei capelli femminile ed ha curato migliaia di casi, in Grecia e all’estero, dall’Europa fino al Medio Oriente.